Precari dei Centri per l’impiego, Grimaldi (SEL): la Regione c’è, la Città metropolitana faccia la sua parte

 

Questa mattina sono stati auditi i 21 lavoratori precari della città metropolitana, che garantiscono il servizio di Centro per l’impiego; successivamente è stata approvata dall’aula una mozione che impegna la Giunta ad “assicurare continuità di funzionamento e attuali livelli occupazionali dei Centri per l’impiego”.

Da anni, infatti, i lavoratori aspettano una soluzione verso la stabilizzazione, ma per oggi si “accontentano” di una proroga dei loro contratti per il 2017, con l’impegno da parte di Regione Piemonte e Città Metropolitana di sostenere il percorso di stabilizzazione e avviare iniziative a loro supporto. Ciò anche per esercitare maggiore pressione nei confronti del Parlamento, che entro la fine dell’anno sarà chiamato a confermare le risorse per i Centri all’interno del Decreto “Milleproroghe”.

Anche in Comune attende di essere discussa un’interpellanza della Capogruppo di Torino in Comune Eleonora Artesio e i gruppi consiliari di maggioranza e di opposizione con rappresentanza nel Consiglio della Città Metropolitana hanno assunto l’impegno a riproporre il tema nella seduta di giovedì prossimo.

“La Regione Piemonte sta facendo la sua parte” – dichiara il capogruppo di SEL in Regione Marco Grimaldi – “la mozione approvata chiede al Governo di risolvere complessivamente la questione Centri per l’impiego.

Chiediamo però che anche la Città metropolitana si assuma le sue responsabilità: ci aspettiamo che vengano infatti mantenuti in essere i rapporti di lavoro con l’Inps, al fine di non interrompere i contratti e il servizio. Solo così possiamo chiedere un impegno al Governo e sperare che si vada rapidamente verso un corretto percorso di stabilizzazione”.