Fondi per le residenze universitarie e la riapertura del Castello di Miasino

È in corso la discussione in aula sul bilancio di previsione 2015, dopo il lavoro delle commissioni.

Oggi il Consiglio Regionale ha approvato l’emendamento numero 73 sul diritto allo studio universitario: l’Edisu avrà 5 milioni in più per le residenze studentesche. Serviranno a rendere nuovamente accessibile la residenza chiusa di via Verdi a Torino e aprire quella di Novara.

“Speriamo, tra qualche ora, di poter esultare anche per l’approvazione dell’emendamento sulle borse di studio” – dichiara il Capogruppo di SEL Marco Grimaldi – “Intanto possiamo dire di aver messo la parola ‘fine’ all’eccezione piemontese, con i nuovi criteri per l’assegnazione delle borse; forse anche per questo i responsabili del ‘delitto allo studio’ hanno il volto scuro”.

Approvato anche l’emendamento che stanzia 250.000 € per il 2016 per la ristrutturazione del Castello di Miasino, confiscato alla camorra.

 “Il centrodestra in aula si è chiesto perché la Regione dovesse farsi carico della ristrutturazione del castello’” – prosegue Grimaldi – “Ma il senso della Legge La Torre sulla confisca dei beni alle associazioni di stampo mafioso, è quello di restituire tali beni alla collettività. Il riutilizzo sociale è l’unica alternativa e una riposta concreta a chi vorrebbe semplicemente vendere quei beni o abbandonarli alle occupazioni illegali delle stesse famiglie mafiose”.